J.J. Abrams in Star Wars

Non tutti sono contenti che J.J. Abrams abbia accettato di dirigere Star Wars: Episodio IX. Alcuni fan hanno iniziato addirittura una petizione per farlo rimuovere dal progetto, e di certo, non saranno contenti nemmeno quelli della Paramount Pictures, con cui Abrams ha un contratto speciale.

Come svela la Hollywood Reporter, infatti, dal 2006 J.J. incassa 10 milioni di dollari all’anno dalla major in cambio della sua esclusiva fedeltà, che il nostro ha poi reso, ad esempio, dirigendo o producendo i film di Star Trek. La major aveva già storto il naso quando J.J. passò alla concorrenza per Il risveglio della forza, e per questo motivo, il CEO Paramount Jim Gianopulos gli ha successivamente fatto firmare un nuovo contratto che lo obbligava a girare il suo prossimo film per loro.

Nonostante gli obblighi contrattuali, però, J.J. ha comunque deciso di tornare alla Disney per Episodio IX, quindi immaginatevi un po’ la reazione di Gianopulos e soci! A quanto pare gli estremi per una querela da parte della Paramount non mancherebbero, ma il CEO ha preferito mangiarsi le mani in silenzio per evitare una faida con Abrams, la Disney, Lucasfilm, e magari pure Steven Spielberg, da sempre un amicone di Kathleen Kennedy.

Come misera consolazione, Gianopulos avrebbe chiesto dei soldi alla Casa di Topolino per il passaggio di Abrams, ma fino ad oggi non avrebbe visto mezzo centesimo.

Fonte: THR

© RIPRODUZIONE RISERVATA