J.J. Abrams ha finito Star Wars: Il risveglio della forza (guarda la prima clip). Le riprese erano già terminate da tempo, parliamo di tutto il lavoro di post-produzione, di mixaggio e rifinitura. Il regista l’ha confessato a Stephen Colbert, che l’ha intervistato di recente: «Lavorare per tre anni a questo film è stato come vivere con il compagno di stanza più figo di sempre».

Normale che l’eccitazione di vedere l’Episodio VII finalmente nelle sale sia moltissima anche per Abrams, il quale ha dovuto “rinunciare”, per questa volta, al suo amato lens flare, l’effetto ottico (sfondo sfocato e improvvisi riflessi blu) che tanto abbiamo visto nella saga reboot di Star Trek: «È vero, l’ho abbastanza accantonato, ma sono riuscito a inserirlo giusto un paio di volte. Questo non era il film giusto, in Star Trek mi piaceva perché volevo che quel tipo di futuro fosse così brillante da non riuscire a essere contenuto. In Star Wars abbiamo curato molto il fotorealismo e ogni volta che mi veniva voglia di inserire un lens flare mi imponevo di smetterla».

Niente lenti blu, dunque (fiuuu), e uno stretto legame con la tradizione. La Forza, infatti, tornerà a scorrere potente, «con anche un po’ di magia», occupando un ruolo centrale nella storia. Così come BB-8, il nuovo robottino già amatissimo dal pubblico: «Sapevamo che questo personaggio sarebbe stato importantissimo nel film e ci siamo ispirati a Ralph McQuarrie, il designer originale di Star Wars. Abbiamo esaminato tutti i suoi lavori negli archivi di Lucasfilm, ha un’inventiva incredibile. All’inizio avevo immaginato BB-8 come una specie di pupazzo di neve, avevo anche disegnato dei bozzetti che ho consegnato a Neal Scanlan, il nostro “inventore”. Non avevo idea di ciò che sarebbe saltato fuori…».

Star Wars: Il risveglio della forza, uscirà in Italia il 16 dicembre 2015.

Fonte: The Hollywood Reporter

© RIPRODUZIONE RISERVATA