I primi due episodi hanno conquistato gli spettatori più giovani con un riuscito mix di ballo, coreografie spettacolari, musiche trascinanti, amore e amicizia. La saga sullo street dancing prodotta da Adam Shankman e Jennifer Gibgot ha potuto contare su un pubblico sempre più numeroso di fan: il primo film, uscito nel 2006, incassò 114 milioni di dollari nel mondo (era costato “solo” 12 milioni) e il secondo, del 2008, oltre 148 milioni. Nel nostro Paese gli incassi furono per entrambe le pellicole intorno ai 3,7 milioni di euro. Ora si è arrivati al terzo capitolo, Step Up 3D, che Eagle Pictures distribuirà nei cinema dall’8 ottobre e che, proprio per incontrare il pubblico dei ragazzi, è stato mostrato in anteprima al Festival di Giffoni conclusosi il 31 luglio. La storia, ambientata sullo sfondo delle battaglie dance underground newyorkesi, riprende alcuni personaggi dei film precedenti come Alyson Stoner (apparsa nel primo film) e Adam Sevani (visto nel secondo episodio) e introduce volti nuovi, tra cui i protagonisti Rick Malambri e Sharni Vinson. Di nuovo al centro del film c’è la danza di strada, un genere ricco di passione ed energia, che ha una sua cultura e delle regole ben definite; ma la competizione tra i ballerini questa volta si fa globale e coinvolge gruppi a livello internazionale. Il protagonista è Luke che balla per vivere ed è impegnato nel disperato tentativo di non essere sfrattato dalla sua unica casa: un vecchio magazzino decadente che è invece il paradiso di tanti ballerini di strada provenienti da tutto il mondo. Per cercare di salvare questo “paradiso” lui e i suoi compagni (la bella e misteriosa Natalie e la matricola della New York University Moose) dovranno vincere la World Jam Competition dove i migliori street dancers del mondo si ritrovano faccia a faccia per decretare chi sia il più forte. L’esito della gara potrà cambiare le loro vite per sempre, mentre tra Luke e Natalie, tra un passo e l’altro di danza, potrebbe scoppiare l’amore… Diretto da Jon Chu, già regista del secondo episodio, il film trae sicuramente beneficio dalla tecnologia 3D che ha contribuito a dare nuova linfa alla serie. Grazie al 3D, infatti, è stato possibile sottolineare in modo spettacolare le acrobatiche e mozzafiato sequenze di danza hip-hop, dalle coreografie sempre più elaborate, colorate ed esplosive. E anche la colonna sonora, piena di scatenati brani hip-hop e R&B, non deluderà gli appassionati del genere.

Regia: Jon Chu

Sceneggiatura: Amy Andelson, Emily Meyer

Genere: musicale

Cast: Rick Malambri, Adam Sevani, Sharni Vinson, Alyson Stoner, Harry Shum Jr.

Produzione: Offspring Entertainment

Distribuzione: Eagle Pictures

Data d’uscita: 8 ottobre

© RIPRODUZIONE RISERVATA