Il film di Roland Emmerich non ha nulla a che vedere con catastrofi o invasioni aliene, ma racconta i moti di Stonewall, ovvero la serie di scontri violenti tra gli omosessuali e la polizia di New York a partire dal 27 marzo 1969, giorno in cui le forze dell’ordine fecero irruzione nel locale Stonewall Inn. Ecco perché il 28 giugno è stato scelto come data del Gay Pride in tutto il mondo.

Questi avvenimenti sono cosiderati simbolicamente il momento della nascita del movimento di liberazione LGBT. La storia ruota attorno a un adolescente gay (Jeremy Irvine) mandato via di casa, che finisce sulle strade del Village di New York. Diventato un senza tetto, farà amicizia con altri ragazzi nella sua stessa situazione e frequenterà lo Stonewall Inn, dove attirerà l’attenzione di Trevor (Jonathan Rhys Meyers) e del padrone del locale, Ed Murphy (Ron Perlman).

Scritto da Jon Robin Baiz, Stonewall sarà presentato in anteprima al Festival di Toronto e arriverà nei cinema americani il 25 settembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA