Tra i film più attesi della stagione, figura sicuramente Sully di Clint Eastwood, che vede Tom Hanks nei panni del pilota Chesley Sullenberger, responsabile di un miracoloso atterraggio aereo avvenuto sul fiume Hudson nel 2009.

Il biopic non arriverà nelle sale italiane prima del 15 dicembre, ma alcuni fortunatissimi critici l’hanno già potuto vedere in anteprima mondiale al Festival di Telluride che si sta svolgendo in questi giorni. Le prime recensioni? Assolutamente positive!

Ha scritto ad esempio The Wrap: «Sully, un’onesta e magistrale meditazione sull’eroismo, è un’altra prova di come Clint Eastwood sia ancora un bravissimo pilota». A ricevere i più grande applausi, però, è il protagonista Tom Hanks, che con questo ruolo parrebbe proprio inserirsi direttamente nella corsa ai prossimi Oscar. «Questo è lo spettacolo di Tom Hanks, che ci regala un’altra forte interpretazione, facendoci immediatamente dimenticare che stiamo guardando un attore», ha dichiarato con fervore Variety, ed Entertainment Weekly è andato anche oltre, sostenendo che «il motivo per cui il film funziona è tutto in Tom Hanks».

Non una singola bocciatura all’orizzonte, quindi, ma vedremo cosa succederà quando l’opera uscirà nel resto dei cinema americani la settimana prossima!

© RIPRODUZIONE RISERVATA