Proclamati i vincitori dell’edizione 2011 del Sundance Film Festival. Il Gran Premio della Giuria, il riconoscimento più importante, è andato a Like Crazy (nella foto), storia d’amore nata al college tra uno studente americano (Anton Yelchin) e una studentessa inglese (Felicity Jones). Quando a lei scade il visto e deve tornarsene oltreoceano iniziano i problemi.

Il film ha vinto la concorrenza di un altro titolo che alla vigilia della premiazione era dato tra i pretendenti alla vittoria: Another Earth, anche in questo caso una storia d’amore ma con venature fantascientifiche. Another Earth racconta la passione e i sensi di colpa di una donna che si innamora dell’uomo cui ha ucciso moglie e figlio in un incidente automobilistico. Il tutto nei giorni in cui dalla Terra si scopre l’esistenza di un pianeta che è l’esatta replica del nostro e in cui sembrano vivere copie esatte di ogni uomo e donna. Another Earth ha vinto comunque il Premio Speciale della Giuria.

Nella categoria documentari, il premio è andato a un film destinato a far discutere a lungo: How to die in Oregon. Come intuibile già dal titolo, il film racconta come si svolgono le dinamiche del suicidio assistito nel primo stato americano ad averlo legalizzato, mostrando senza censure la morte di fronte all’obiettivo della macchina da presa.

Tra i film stranieri, si è invece laureato vincitore il norvegese Happy Happy, commedia sessualmente movimentata e politicamente scorretta su una donna stufa della propria routine matrimoniale, la cui vita viene sconvolta dall’arrivo di una coppia di vicini particolarmente disinibiti. Per i documentari, il premio è andato invece ad Hell and Back Again, del regista e fotografo Danfung Tennis, che prima documenta sul campo un’azione dei Marines americani in Afghanistane poi si concentra sul ritorno in patria e sulla vita da reduce di un soldato la cui vita viene cambiata per sempre dalle ferite di guerra.

Leggi il Diaro dal Sundance di Giorgio Viaro

Sotto, l’elenco completo dei premiati:

I premi della giuria:

The Grand Jury Prize: How to Die in Oregon di Peter D. Richardson

The Grand Jury Prize – Dramatic: Like Crazy di Drake Doremus

The World Cinema Jury Prize – Documentar: Hell and Back Again di Danfung Dennis

The World Cinema Jury Prize – Dramatic: Happy, Happy di Anne Sewitsky


I premi del pubblico:

The Audience Award – Documentary: Buck di Cindy Meehl

The Audience Award – Dramatic: Circumstance di Maryam Keshavarz

The World Cinema Audience Award – Documentary: Senna di Asif Kapadia

The World Cinema Audience Award – Dramatic: Kinyarwanda di Alrick Brown


I premi per la regia:

The Directing Award – Documentary: Resurrect Dead: The Mystery of the Toynbee Tiles di Jon Foy

The Directing Award – Dramatic: Martha Marcy May Marlene di Sean Durkin

The World Cinema Directing Award – Documentary: Project Nim di James Marsh

The World Cinema Directing Award – Dramatic: Tyrannosaur di Paddy Considine

The Waldo Salt Screenwriting Award: Another Happy Day di Sam Levinson

The World Cinema Screenwriting Award: Restoration di Yossi Madmony

The World Cinema Documentary Editing Award: The Black Power Mixtape 1967-1975 (Göran Hugo Olsson e Hanna Lejonqvist)


The Excellence in Cinematography Award – Documentary: The Redemption of General Butt Naked di Eric Strauss e Daniele Anastasion

The Excellence in Cinematography Award – Dramatic: Pariah di Dee Rees

The World Cinema Cinematography Award – Documentary: Hell and Back Again di Danfung Dennis

The World Cinema Cinematography Award – Dramatic: All Your Dead Ones di Carlos Moreno

Two World Cinema Special Jury Prizes – Dramatic for Breakout Performances: Olivia Colman e Peter Mullan in Tyrannosaur di Paddy Considine

A World Cinema Special Jury Prize – Documentary: Position Among the Stars di Leonard Retel Helmrich

A Special Jury Prize – Documentary: EING ELMO: A Puppeteer’s Journey di Constance Marks

A Special Jury Prize – Dramatic: Another Earth di Mike Cahill

A Special Jury Prize – Dramatic: Felicity Jones in Like Crazy di Drake Doremus

The Jury Prize in Short Filmmaking: Brick Novax pt 1 and 2 di Matt Piedmont

The International Jury Prize in Short Filmmaking: Deeper Than Yesterday/Australia di Ariel Kleiman

Leggi il Diaro dal Sundance di Giorgio Viaro

© RIPRODUZIONE RISERVATA