Si chiamerà Spazio Taormina – Sicilia Film Commission e ospiterà 25 operatori dell’industria cinematografica internazionale che avranno l’opportunità di incontrarsi per visionare i nuovi film presentati e per familiarizzare con le location, i registi e i produttori del cinema italiano. è una delle novità del Taormina Film Fest annunciate oggi da Deborah Young, al suo secondo anno alla direzione della manifestazione, la cui 54ma edizione si terrà dal 15 al 21 giugno. Da segnalare anche un’iniziativa interamente per i giovani, il Campus Taormina: «è guardando alle nuove generazioni che i festival possono continuare a vivere, altrimenti si estinguono», ha dichiarato la Young, sottolineando che tale novità, «nasce col patrocinio delle università di Catania, Messina e Palermo e prevede incontri con artisti giovani quali Nicoletta Romanoff, Valeria Solarino e Jordi Mollà». Tradizionali, invece, i concorsi: Mediterranea e Oltre il Mediterraneo. Con 6 titoli il primo e uno ancora da annunciare (“che non necessariamente sarà italiano: i migliori della nostra produzione sono già passati a Cannes” dice la Young), sarà giudicato da una giuria internazionale presieduta da Ferzan Ozpetek; il secondo concorso invece – composto per ora da 5 film (con un sesto non ancora annunciato) – sarà sottoposto al giudizio del pubblico. Attese, infine e come sempre, le anteprime al Teatro Antico: La notte non aspetta di David Ayer, Standard Operating Procedure di Errol Morris, Redbelt di David Mamet. Tra le proiezioni sono attesissme quelle delle copie restaurate de Il Padrino e di Mishima di Paul Schrader. Il Taormina FilmFest, «ormai percepito come evento fondamentale del bacino del Mediterraneo e peculiare per il posizionamento tra Cannes e Venezia», è organizzato dal Comitato Taormina Arte e sarà preceduto – il 14 giugno – dalla consegna dei Nastri d’argento 2008.

An.Pa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA