Kevin Feige, il responsabile di tutte le trasposizioni cinematografiche targate Marvel Studios, ha ufficialmente deciso di staccarsi dalla propria Casa Madre per rispondere unicamente alla Disney. Il motivo della scissione sarebbe la stancante interferenza di Isaac Ike Perlmutter, presidente della Marvel Entertainment che ha portato «anni di frustrazione» a Feige e alla sua compagnia.

Spiega un portavoce della Disney: «La Marvel Studios compirà il logico passo successivo di integrarsi con la Walt Disney Studios, unendosi alla Pixar e alla Lucasfilm per centralizzare le sue funzioni inerenti i film a Burbank. Il presidente di Marvel Studios Kevin Feige e il vicepresidente Louis D’Esposito continueranno a rimanere alla guida, e risponderanno direttamente ad Alan Horn, capo della Walt Disney Studios».

La cosa non ci sorprende affatto, in quanto le storie su quanto sia insopportabile Perlmutter si rincorrono ormai da anni (di recente avrebbe addirittura rischiato di mandare a monte Captain America: Civil War minacciando Robert Downey Jr. di licenziamento). L’uomo continuerà comunque a supervisionare la Marvel Television, così come le divisioni dedicate ai fumetti e alle serie animate.

Che questo fatto possa portare dei cambiamenti nell’universo dei cinecomic?

Fonte: CBM

© RIPRODUZIONE RISERVATA