Il festival milanese dedicato alla settima arte tornerà il 12 settembre con 10 giorni di appuntamenti distribuiti su 8 location, con 5 schermi, 3500 posti a sedere, 14 rassegne parallele, incontri, concerti ed eventi speciali. Tra gli ospiti illustri è annunciato il regista Terry Gilliam (La leggnda del re pescatore, I fratelli Grimm e l’incantevole strega, Tideland – Il mondo capovolto ), che sarà protagonista di una retrospettiva completa di film, serie televisive e documenti inediti. Quartier generale del Milano Film Festival sarà il Piccolo Teatro (Teatro Strehler e il suo Sagrato, il Teatro Studio), piazza del Cannone all’;interno di Parco Sempione, il Teatro Dal Verme (novità di quest’;anno, che aggiunge al festival oltre 1200 posti a sedere), l’;Acquario Civico e altri luoghi in città. Un appuntamento divenuto via via sempre più importante quello del festival meneghino che trova il supporto del Comune di Milano, nella persona dell’;Assessore al Tempo Libero Giovanni Terzi, che assegna all’evento, anche in vista dell’;Expo 2015, un ruolo di punta per la città. Parallelamente al Concorso Internazionale di Lungometraggi e Cortometraggi (3238 film iscritti da 115 paesi diversi), sono previste rassegne, eventi speciali e incontri con ospiti importanti. Le rassegne “Colpe di Stato” e “Gypsy Movies”, mostreranno, la prima, opere provenienti da tutto il mondo che documentano il terrorismo messo in pratica da quegli Stati cosiddetti democratici, in nome dello sviluppo, della pace, della religione, della libertà; la seconda, il mondo poco conosciuto dei gitani. Uno sguardo sulle contraddizioni e i tormenti dell’;America dei nostri giorni sarà presentato attraverso l’;occhio di autori americani con “Godless America. Storie dagli Stati Uniti di oggi”. Spazio anche al cinema di casa nostra con Incontri Italiani. Alimentazione e stile di vita sostenibile sono i temi delle opere selezionate per la rassegna “Festival per l’;Expo”. In nome dell’integrazione auspicata per una città moderna, aperta e multietnica nasce “Altri mondi a Milano”, con una rassegna di opere cinesi, marocchine, turche, arabe e ecuadoregne proiettate in lingua originale sottotitolate in italiano. Per scoprire tutte le attività parallele come concerti e live performance di artisti già affermati o nuovi talenti; il Milano Film Festivalino, dedicato ai bambini; la Casa dei registi e il bed sharing potete vistare il sito del festival www.milanofilmfestival.it.

Al.Za.

© RIPRODUZIONE RISERVATA