Torino è senza dubbio una delle città più belle d’Italia, con architetture che ripercorrono i secoli passati e un’atmosfera sobria e rigorosa, che si riflette bene nell’anima del film festival giunto quest’anno alla trentaduesima edizione.

Nonostante la mancanza di due sale rispetto all’anno scorso e alle lunghe code che si sono formate per film come The Disappearence Of Eleanor Rigby l’organizzazione della kermesse ha funzionato come un orologio, riuscendo a gestire senza grandi problemi il fitto programma di proiezioni.

In occasione poi del cinquantesimo anniversario dell’uscita di Per un pugno di dollari, il primo film della trilogia destinata a riscrivere il genere western, il museo nazionale del Cinema ha dedicato al regista Sergio Leone una mostra in cui si ripercorre tutta la sua carriera, attraverso foto di scena, costumi, locandine e le immortali musiche di Ennio Morricone.

Guarda la gallery

© RIPRODUZIONE RISERVATA