Sonyleaks ancora e ancora! Dall’attacco degli hacker ai danni della Sony emergono delle mail in cui il presidente Marvel Alan Fine esprime le sue perplessità al VP della produzione Marvel Tom Cohen (che faceva da tramite tra Marvel e Sony) su The Amazing Spider-Man 2. Osservazioni piuttosto intelligenti: perché ripetere tanto di quello che è già stato mostrato nella saga di Raimi? Perché uccidere Gwen Stacy così presto? Perché il cattivo deve avere una origin story così complessa e collegata all’Uomo Ragno?

Fine partiva con l’analisi, dicendo che «la storia era troppo oscura e deprimente e che voleva bruciare la bozza subito dopo averla letta e che di un film così non avrebbe comprato neppure il dvd».

Ma la cosa davvero deprimente è che sia le osservazioni di Fine che quelle di Cohen non fecero alcuna differenza sui creativi della Sony. Avi Arad, Matt Tolmach, Alex Kurtzman e Roberto Orci hanno pensato di saperla più lunga e i risultati al botteghino si sono visti… Il film è uscito il 2 maggio del 2014, la mail è del settembre 2012, di tempo per correre ai ripari con lo script prima delle riprese ce ne sarebbe stato parecchio.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA