Un episodio da far accapponare la pelle durante la lavorazione di The Green Inferno, horror cannibalico di Eli Roth. La pellicola è stata girata in un villaggio remoto del Perù, di quelli in cui modernità e tecnologia non sono mai arrivate, figuriamoci una troupe cinematografica. L’accoglienza dei suoi abitanti, però, è stata decisamente più inquietante del previsto.

Racconta Roth su Reddit: «La nostra scenografa Marichi ha vissuto nel villaggio per 3 settimane, in modo da prepararlo alle riprese. Alla fine, doveva tornare in Cile per finire di organizzare il resto del film. Allora, gli abitanti del villaggio si sono radunati attorno a lei per darle un regalo, ed era un bebè di 2 anni. Lei era tipo WTF, e le hanno detto, ‘Questo è il nostro regalo per te’. Lei ha dovuto gentilmente declinare l’offerta».

Insomma, delirio assoluto! A distanza di due anni dalla sua realizzazione, ricordiamo che The Green Inferno uscirà finalmente nelle nostre sale questo giovedì, 24 settembre: lo andrete a vedere?

Leggi anche: The Green Inferno, le scene WTF dell’horror di Eli Roth. La gallery

Fonte: Reddit

© RIPRODUZIONE RISERVATA