Oltre ai film d’animazione e d’avventura, è l’horror l’altro grande genere che più si addice al cinema in 3D. Dopo San Valentino di sangue e Final Destination 3D, arriva The Hole 3D, horror insolitamente “per famiglie” presentato fuori concorso allo scorso Festival di Venezia e firmato dal maestro Joe Dante, il papà dei Gremlins. Come il suo classico precedente, anche The Hole 3D ha per protagonisti dei giovanissimi, i fratelli Dane (Chris Massoglia) e Lucas (Nathan Gamble). Appena arrivati nella loro nuova casa, scoprono che in cantina c’è una misteriosa botola, che cela un buco senza fondo. Insieme alla bella vicina Julie (Haley Bennett) decidono di scoprire cosa c’è dentro. Da quel momento, delle strane ombre cominciano ad annidarsi dietro gli angoli più nascosti della casa. E insieme a esse sembrano prendere vita i loro incubi e le loro paure più profonde. Lucas è tormentato da folletti per nulla amichevoli, Julie dalla presenza di una misteriosa e inquietante bambina, mentre Dane deve liberarsi dal fantasma del padre. The Hole 3D è un horror dinamico, pensato apposta per la terza dimensione: la vertigine della voragine è perfetta per far rendere al massimo la profondità di campo che la nuova tecnica permette. È uno di quei film in cui le paure e gli incubi sono frutto di traumi e ferite profonde che vengono dal passato. Joe Dante dimostra di saper leggere bene nel cuore di bambini e adolescenti, e in quel complicato mistero che è il rapporto con la figura paterna. Oltre a puntare su una delle paure più ancestrali dell’infanzia, quella del buio. Una pellicola che diventa un omaggio ai B-movie di una volta, “nobilitati” grazie alle nuove tecnologie. E, cosa rara in questi casi, un film adatto a tutti, adulti e ragazzi, dove non scorre una goccia di sangue ma tutto è giocato sul filo dell’inquietudine. Piacerà, ne siamo convinti, anche ai cinefili, da sempre accaniti sostenitori dell’opera di Joe Dante: oltre a una serie di inevitabili citazioni che rimandano all’horror degli anni Ottanta, il gran finale, dove tutti i nodi vengono al pettine, è tutto giocato in stanze dalle architetture vertiginose e dalle prospettive opprimenti che sembrano ispirate al cinema espressionista tedesco. Che poi è il “buco nero” dal quale ha tratto origine tutto il cinema horror.

Regia: Joe Dante
Interpreti: Chris Massoglia, Haley Bennett, Nathan Gamble, Teri Polo
Trama: Due fratelli scoprono una voragine senza fondo nel seminterrato della loro nuova casa. Mentre cercano di capire cosa ci sia in quel misterioso abisso, scoprono che le loro paure e i loro incubi stanno prendendo vita…
Online: www.theholein3d.com

Guarda il trailer

La scheda è pubblicata su Best Movie di giugno a pag.96



© RIPRODUZIONE RISERVATA