Ormai a inizio 2016, il direttore del videogioco The Last of Us, Neil Druckman, aveva annunciato che l’adattamento cinematografico, di cui è anche sceneggiatore, si trovava in un limbo produttivo dopo un anno e mezzo di sviluppo. Oggi è Sam Raimi, in origine produttore del film, ad aggiornare sullo stato dei lavori parlando con IGN.

Queste le sue parole: «Quando siamo andati da Neil con la nostra Ghost House Pictures, speravamo di ottenere velocemente i diritti e quindi vendere il progetto, ovviamente mantenendo il controllo creativo. Così siamo andati da Sony -con la quale ho ottimi rapporti-, ma loro avevano già dei piani diversi per sviluppare il film, anche rispetto a quanto pensato da Neil. Non sto cercando di creare scompiglio dicendo questo ma la mia compagnia non ha i diritti, qundi non posso aiutare più di tanto. Ormai sono di Sony e non posso ottenerli gratis da loro, quindi non sono nella posizione di comando e non posso dire con certezza cosa decideranno Neil e Sony al riguardo. Se riuscissero ad andare avanti mi piacerebbe sicuramente aiutarli ancora».

In precedenza era stato rivelato che la star di Game of Thrones, Maisie Williams, avrebbe vestito i panni della giovane protagonista Ellie, anche se a questo punto sembra un sogno irrealizzabile. Vi terremo aggiornati su ulteriori sviluppi.

Fonte:IGN

© RIPRODUZIONE RISERVATA