The Millionaire di Danny Boyle continua a far discutere. A seguito delle polemiche suscitate da un presunto errore di traduzione, Andrea Occhipinti, presidente di Lucky Red che distribuisce il film, ha dichiarato: «Non si è trattato di un errore di traduzione ma di un errore di missaggio che abbiamo risolto. Lunedì 23 febbraio, dopo la vittoria del film agli Oscar, Lucky Red ha ristampato tutte copie del film con la nuova versione della frase incriminata e da mercoledì 25 (o qualche giorno dopo per le sale in profondità) è in programmazione la nuova versione, in tutta Italia». Oggi il tribunale di Roma discuterà il ricorso che due privati cittadini hanno intentato contro la società di distribuzione chiedendo la sostituzione delle copie. L’oggetto del contendere è una frase che faceva sembrare i musulmani aggressori invece che vittime, in una scena del film. Occhipinti ribadisce: «L’errore è stato nel missaggio: molte voci della folla erano sovrapposte e della frase “sono musulmani, prendeteli” non si sentiva l’ultima parola. Però quando il protagonista dice “se non fosse per Ganesh e per Allah mia mamma sarebbe ancora viva” è chiaro il riferimento a tutte le guerre di religione. La questione è in mano agli avvocati, ma vorrei minimizzare il problema: abbiamo preso la decisione di sostituire le copie indipendentemente dalla causa in corso. Credo che nessuno possa definirsi parte lesa».

Za.Si.

© RIPRODUZIONE RISERVATA