In una dichiarazione rilasciata dallo scrittore Tim Boyle sul suo MySpace blog, lo scrittore conferma la lavorazione del film sull’eroe mascherato The Phantom: Legacy, tratto dai fumetti a strisce degli anni ’30 di Lee Falk. Boyle spiega che la pellicola non sarà un sequel e non avrà niente a che fare con il film del 1996, ma consiste in un vero e proprio rilancio dell’uomo mascherato, diventato lo stereotipo di tutti i supereroi, in quanto è stato il primo personaggio dei comic a indossare un costume. Phantom non sarà un eroe ricco di gadget all’avanguardia come Batman e non sarà un killer spietato, ma manterrà gli elementi originali del fumetto: un uomo che ha fatto il giuramento del teschio per proteggere la giungla africana da ogni sorta di crimine («Dedico la mia vita alla distruzione di tutte le forme di pirateria, avidità e crudeltà. I miei figli e i loro figli seguiranno le mie orme»). Sfortunatamente Boyle non può rilasciare molte informazioni riguardo al film, perché è ancora in fase di lavorazione, ma sta cercando di mantenere l’essenza dei personaggi, senza aggiungere nulla di compromettente. Nella storia originale, Phantom è un uomo mascherato che vive nella fitta foresta di Bangalla, nazione immaginaria collocata in Africa. Privo di super poteri, munito unicamente di due colt calibro 45 e accompagnato dal suo fedele lupo Diavolo e cavallo Eroe, l’uomo mascherato ha giurato di combattere il crimine con tutte le sue forze per tutta la vita. La famiglia di Phantom ha sempre giocato un ruolo determinante nella serie: è sposato con Diana Palmer, che lavora per le Nazioni Unite, e hanno due figli gemelli Kit e Heloise. Per ora non è ancora annunciata una data d’uscita.

Pa.Si.

© RIPRODUZIONE RISERVATA