Tim Roth, ora al cinema con L’incredibile Hulk e il remake di Funny Games, ha detto che si unirà anche lui al cast di Inglorious Bastards, il nuovo film di Quentin Tarantino, che vanterebbe già due nomi di prima grandezza come Brad Pitt e Leonardo DiCaprio. Ambientato negli anni della seconda guerra mondiale, il film dovrebbe essere una sorta di omaggio a Quel maledetto treno blindato, uscito nel 1978 con la regia di Enzo Castellari, con riprese che partiranno in autunno fra Germania e Francia. Ma prima Roth debutterà sul set di una serie tv, Lie to Me, in cui interpreterà il ruolo di un medico in grado di smascherare le menzogne leggendo i segnali involontari del corpo. Nel suo futuro, però, c’è anche l’intenzione di tornare a misurarsi con la commedia, come ha confessato al Giffoni Film Festival dov’è stato ospite nei giorni scorsi: «Vorrei tanto provare a cambiare genere e provare con un ruolo comico», ha detto, «anche perché l’unica volta che ne ho avuto occasione non sono rimasto soddisfatto. La gente si affeziona di più a chi fa sorridere». Ricordando maestri del nostro cinema come Pasolini, Visconti, Rossellini, Antonioni e De Sica, Roth ha poi confessato che sarebbe stato fiero di lavorare con loro, «ma nonostante tutto», ha concluso, «mi considero lo stesso fortunato ad aver avuto l’occasione di girare con miti dei giorni nostri come Tarantino e Francis Ford Coppola».

Da.Mo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA