Prima di diventare Tom Cruise, nel lontano 1986, era “soltanto” il tenente Pete Mitchell, alias Maverick (cane sciolto), alias l’asso dei cieli di Top Gun, alias l’idolo dei (e delle) teen-ager anni ’80. Poi vennero Il colore dei soldi, Rain Man, Nato il quattro luglio (curiosità: Cruise è nato il giorno prima, il 3 luglio!), Eyes Wide Shut… Il resto è storia. Ma la storia, si sa, è una scala a chiocciola sulla quale si torna spesso e volentieri sui  gradini già percorsi: ecco quindi che, come riportato da Vulture, il produttore  Jerry Bruckheimer (Pirati dei Caraibi) e il regista Tony Scott (già alla cloche del primo film) sono stati richiamati sull’attenti dalla  Paramount Pictures per realizzare il seguito di Top Gun. “Ma ci sarà anche Tom?” è la domanda scontata che subito ci facciamo. Risposta quasi altrettanto scontata: pare proprio di sì. Lo sceneggiatore Christopher McQuarrie (premio Oscar per I soliti sospetti, co-sceneggiatore anche di Operazione Valchiria) avrebbe infatti già ricamato una particina su misura per Cruise, il quale ha accettato l’idea di ritornare nel sequel del flight movie per antonomasia, a patto però che non si tratti di un ruolo troppo scontato. Il che lascia presupporre che  Maverick non vestirà l’uniforme di un attempato istruttore di volo, o che addirittura Cruise si troverà a interpretare un personaggio completamente inedito… E Kelly McGillis? La (ormai non più) bionda attrice che nel 1986 impersonava l’affascinante Charlie, distogliendo l’attenzione di tutto il mondo da una Meg Ryan ancora praticamente sconosciuta, forse è ancora in luna di miele con sua moglie (sì, moglie!) Melanie Leis, visto che le due si sono sposate lo scorso 15 settembre… un altro bel modo per avere la “testa tra le nuvole”!

© RIPRODUZIONE RISERVATA