Capitano contro i pirati somali e presto anche Walt Disney in persona: la vita professionale di Tom Hanks è tutto tranne che noiosa, e l’attore americano sembra essere tornato ai fasti di qualche anno, quando girava anche quattro o cinque film all’anno. Solo nei prossimi mesi, infatti, lo vedremo in Captain Phillips, storia (vera) del capitano che venne rapito dai pirati in Somalia nell’aprile del 2009, e in Saving Mr. Banks, storia (vera) della battaglia di Walt Disney per assicurarsi i diritti cinematografici di Mary Poppins. Intervistato da La Stampa proprio per la promozione di Captain Phillips, Hanks si è anche fatto scappare una dichiarazione piuttosto forte – per quanto pronunciata con evidenti intenti ironici – riguardo al suo mestiere e alla sua presunta facilità:

«[…] sono tutti (gli attori che interpretano i suoi rapitori, ndr) alla loro prima esperienza, il che sta a dimostrare che il cinema è una grande truffa e che se sai fingere e sei appena un po’ portato nel raccontare storie, la tecnica la puoi imparare nel tempo di una pausa pranzo!». 

Chissà cosa ne pensano a riguardo i signori dell’Academy che gli consegnarono due Oscar consecuti, nel 1993 e nel 1994…

Fonte: La Stampa

© RIPRODUZIONE RISERVATA