Non ama perdere tempo Tom Hanks che nell’attesa di tornare sul set con Ron Howard per le riprese di Angeli e demoni (rinviate alla fine febbraio causa dello sciopero degli sceneggiatori) si è già messo al lavoro per portare a compimento un progetto che aveva da tempo nel cassetto. Si tratta del film Comrad Rockstar, incentrato sulla vita del cantante rock Dean Reed, il cui primo ciak sarà battuto proprio questo mese. Come per l’atteso sequel de Il codice Da Vinci, ambientato per larga parte a Roma, anche per questo film l’attore sarà su un set europeo e precisamente in Germania e a Berlino, dove la rock star visse gli ultimi anni della sua breve vita. Nato nel 1938 a Denver in Colorado, Reed ottenne ben presto una certa fama negli Usa, ma nel 1972 emigrò nel paese dei suoi sogni: la Germania comunista, che lo accolse molto benevolmente. Divenne un sostenitore convinto degli ideali marxisti e rivoluzionari tanto da ottenere il soprannome di Elvis il Rosso e di arrivare a difendere il muro di Berlino in un’intervista della CBS che fece notevole scalpore. Dopo sei settimane da queste dichiarazioni il cadavere di Reed fu trovato in un lago vicino alla sua casa di Brandeburgo. La versione ufficiale parlò di incidente, anche se in molti pensarono al suicidio e la sua famiglia ipotizzò invece l’omicidio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA