Sarà che in queste prime giornate del festival di Torino, molti sono stati i film dai temi forti e drammatici (pena di morte, malattia, crisi economica, religione) ma il pubblico ha accolto con entusiasmo e un po’ di liberazione il divertente film di fantascienza inglese Attack of The Block, dopo che già aveva appassionato il pubblico di Locarno, come vi avevamo raccontato qui.

Opera prima da regista di Joe Cornish (sceneggiatore de Le avventure di Tintin: Il segreto del Liocorno) il film è una bizzarra e riuscita storia di un’invasione aliena in un contesto molto poco legato al cinema di fantascienza, come  i block londinesi, le borgate dove regna la criminalità e il malessere sociale. E dove si muove un gruppo di teenager (interpretati da attori non professionisti) con il pallino degli scippi, improvvisamente coinvolti in una guerra contro uno strano incrocio tra scimmioni e lupi mannari, caduti dal cielo dopo che la gang ha ucciso il primo prototipo spedito a Londra. Ritmo alto, gag divertenti ed effetti speciali molto riusciti in una miscela orginale messa insieme in scrittura da Cornish stesso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA