Al Torino Film Festival trionfa Garage dell’irlandese Lenny Abrahamson, che ha ottenuto il premio come Miglior film, mentre il riconoscimento speciale della giuria è andato a The Elephant and the Sea del malese Woo Ming Jin. Migliore attrice, la cinese Joan Chen per The Home Song Stories dell’australiano Tony Ayres, mentre fra gli interpreti maschili si è imposto il coreano Kim Kang-Woo, protagonista di Gyeongui Seon/The Railroad, film a cui è andato anche il Premio Fipresci. Fra i documentari di Italiana.Doc si distingue La Nación Mapuce di Fausta Quattrini, mentre il premio speciale della Giuria è andato a L’esame di Xhodi di Gianluca e Massimiliano De Serio, con una menzione speciale per Biútiful Cauntri. Miglior cortometraggio: Giganti di Fabio Mollo, mentre nella sezione piemontese Spazio Torino ha trionfato Il lavoro di Lorenzo De Nicola. Sullo stesso tema, In fabbrica di Francesca Comencini, a cui è andato il premio Cipputi. Gli allievi della Scuola Holden hanno incoronato Kunsten a tenke negativt/The Art of Negative Thinking del norvegese Bard Breien per la miglior sceneggiatura. In cima alle preferenze del pubblico di Torino 25, Lars and the Real Girl di Craig Gillespie, con un commovente Ryan Gosling.

© RIPRODUZIONE RISERVATA