Annunciato da tempo e inizialmente previsto per lo scorso settembre, tornerà presto al cinemaTotò in 3D – Il più comico spettacolo del mondo, di cui avevamo potuto vedere dieci minuti in anteprima lo scorso dicembre. L’occasione sarà quella della 6ª edizione del Festival Internazionale del Film di Roma, (27 ottobre al 4 novembre), scelta dal produttore Aurelio De Laurentiis come contesto di lancio del film restaurato dalla sua Filmauro insieme a Cinecittà Digital Factory con la supervisione di Pasquale Cuzzupoli.

Un grande evento che riporta in sala dopo quasi 60 anni dall’uscita (correva l’anno 1953)  il primo film tridimensionale della storia del cinema italiano, rimesso a nuovo grazie alla più moderna tecnologia 3D che ha richiesto oltre  un anno di lavoro.

La tecnica impiegata allora per la ripresa tridimensionale era stata brevettato da Carlo Ponti e Dino De Laurentiis e denominata Podelvision dalle iniziali dei loro cognomi. Il sistema prevedeva l’uso di più cineprese contemporaneamente e e la stampa di due copie di pellicole identiche: una per l’occhio sinistro e una per l’occhio destro.

Il film, sceneggiato tra gli altri anche da Mario Monicelli, è un’esplicita parodia de Il più grande spettacolo del mondo di Cecil De Mille e vede protagonista il pagliaccio Tottons, interpretato da Totò, che si trova costretto a celare la propria identità sotto il pesante trucco da clown per non rivelare un misterioso segreto.

Tra gli interpreti anche grandi nomi come Marc Lawrence, Maj Britt, Franca Faldini, Tania Weber, Mario Castellani, Alberto Sorrentino, Enzo Garinei. Mentre tra le fila del pubblico del circo si possono riconoscere Peppino De Filippo, Silvana Mangano, Anthony Quinn, Carlo Croccolo, Carlo Campanili, Aldo Fabrizi e lo stesso Totò nelle vesti della madre di Tottons.

Scopri tutti gli ultimi aggiornamenti sul Festival del Cinema di Roma

© RIPRODUZIONE RISERVATA