Il successo imponente di Transformers: la vendetta del caduto (600 milioni di dollari in poco più di due settimane) ha convinto i produttori della Paramount a voler subito mettere in cantiere un nuovo sequel della saga. L’obiettivo è sbancare il botteghino anche nel 2011, ma la major non ha fatto i conti con un dettaglio non da poco: l’intenzione di Michael Bay, regista dei primi due capitoli, di prendersi una pausa dall’universo degli Autobot e dei Decepticon. Bay, abituato ai grandi numeri del boxoffice (titoli come Armageddon e Pearl Harbor sono stati in testa alle classifiche), chiede almeno un anno sabbatico, dopo essersi dedicato alla Vendetta del caduto fino quasi alla vigilia dell’uscita in sala. Intanto si sa per certo che se la saga resterà nelle mani di Bay, difficilmente il terzo episodio sarà girato in 3D. La febbre tridimensionale che sta contagiando Hollywood (da James Cameron con Avatar a Tim Burton con Alice in Wonderland) non convince il regista, che in un’intervista al Wall Street Journal ha confessato di preferire lo schermo tradizionale, meno “faticoso” della visione stereoscopica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA