Spessissimo il cinema, nel corso della sua storia, si è fatto veicolo per raccontare i traumi che la guerra lascia sui suoi protagonisti, cicatrici indelebili destinati a tormentarli per sempre. E il più delle volte, si trattava di storie vere. Come quella che ha ispirato il regista Jonathan Teplitzky, che con The Railway Man ripercorre la vicenda di Eric Lomax, ex soldato inglese che durante la seconda guerra mondiale cade prigioniero dei giapponesi e viene deportato in un campo da lavoro thailandese insieme a tutto il suo commilitone. Qui, Eric, allora appena ventenne, è costretto a costruire una ferrovia nel bel mezzo della giungla. L’esperienza è snervante e il giovane ne subisce di ogni. Ma riesce a sopravvivere. Quando la vicenda si sposta a 35 anni di distanza, Eric ha il volto di Colin Firth, è sposato con Nicole Kidman ma non si è liberato dei suoi demoni. Il primo trailer del film mostra bene questo aspetto, sottolineando anche il desiderio di vendetta dell’uomo, una volta venuto a sapere che uno dei suoi aguzzini è ancora vivo.

Presentato al Festival di Toronto (leggi la nostra recensione), il film ancora non ha una data d’uscita italiana. Completano il cast Stellan SkarsgardHiroyuki Sanada.

Sotto, il trailer di The Railway Man:

© RIPRODUZIONE RISERVATA