Era il 1996 quando le Olimpiadi di Atlanta vennero funestate da un attacco terroristico: una bomba, nascosta vicino alla folla accorsa per i Giochi, esplose uccidendo due persone e mandò in ospedale 111 feriti. L’attentato avrebbe potuto essere ben più grave se una guardia, Richard Jewell, non l’avesse visto e denunciata poco prima del botto.
Più che essere visto come un eroe, l’uomo venne inizialmente indagato come unico sospettato del fatto, reo di aver posizionato l’ordigno e poi trovato per il solo gusto di farsi pubblicità. Ma non era vero: il reale attentatore smascherò le sue intenzioni, e l’FBI subì un’aspra polemica sui suoi metodi d’indagine.

Una storia del genere, ovviamente, non poteva che diventare un film. Del progetto si parla da un po’: produttori e probabili interpreti della pellicola saranno infatti Leonardo DiCaprio e Jonah Hill, di nuovo insieme dopo The Wolf of Wall Street.
Nelle ultime ore gira poi il nome del papabile regista designato: si tratta di Paul Greengrass che, rimanendo in tema di Oscar, ha già dimostrato di saperci fare con le storie di forte impatto emotivo (era infatti dietro la macchina da presa di Captain Phillips).

A breve arriveranno le definitive conferme.

Fonte: collider

© RIPRODUZIONE RISERVATA