Dalla collana bestseller di Sophie Kinsella arriva sugli schermi I love shopping (Walt Disney, in 379 copie) con protagonista la “compratrice compulsiva” Rebecca Bloomwood (Isla Fisher) diretto da P.J. Hogan (Il matrimonio del mio migliore amico). Da Londra, dov’era ambientato il primo libro della Kinsella, ci spostiamo direttamente a New York, dove tra svendite, ribassi e vetrine incantatrici, seguiamo le disavventure di Becky, patita di shopping e perseguitata dai debiti. Quando la sua unica entrata viene a mancare, dopo il licenziamento dalla rivista di giardinaggio per la quale lavora, Becky decide di tentare di farsi assumere nella sua rivista di moda preferita. Inspiegabilmente però la ragazza si trova assunta dal direttore della rivista economica Far fortuna risparmiando, per la quale la spendacciona Becky si troverà a dare consigli su come amministrare le proprie finanze. Un paradosso che non tarderà a provocare uno tsunami nella sua vita, soprattutto quando il legame con il suo capo, il fascinoso Luke Brandon (Hugh Dancy), oltrepasserà i confini della professionalità. Nel cast troviamo anche Joan Cusack e John Goodman nei panni dei genitori di Becky e Kristin Scott Thomas in quelli della direttrice di Alette, la rivista di moda amata da Becky.

L’Otello di Shakespeare rivisto, corretto e ambientato ai nostri giorni. Accade in Iago (Medusa, in 400 copie), adattamento pop della tragedia del grande poeta, diretto da Volfango De Biasi (Come tu  mi vuoi), con Nicolas Vaporidis e Laura Chiatti nei panni di Iago e Desdemona. I personaggi del classico della letteratura diventano qui due studenti di architettura che progettano la città ideale, ma si trovano a fare i conti con una realtà tutt’altro che perfetta. Lui è un ragazzo di modesta estrazione, ma pieno di talento e determinazione, lei è la figlia del rettore, costantemente prigioniera nella torre d’avorio che il padre le ha costruito intorno. A un passo dal conquistare il suo cuore e di ottenere il riconoscimento che si aspetta dal mondo Iago, si trova defraudato di tutto dal raccomandatissimo Otello (Aurelien Gaya). Deciso a riprendersi quello che crede gli spetti di diritto, Iago allora ordisce un piano di vendetta con l’aiuto dei suoi fidati amici Roderigo (Lorenzo Gleijeses) ed Emilia (Giulia Steigerwalt).

Guarda il backstage e le video-intrerviste ai protagonisti.

Toni drammatici per il nuovo film di Giuseppe Piccioni Giulia non esce la sera (01 Distribution, su 180 schermi) con protagonista Valeria Golino, nei panni di una misteriosa istruttrice di nuoto che “non esce mai la sera” e che impartirà lezioni a Guido (Valerio Mastandrea), uno scrittore di successo che con il suo ultimo libro è entrato nella cinquina dei finalisti di un prestigioso premio letterario. Tra i due nascerà un sentimento costantemente minato dai segreti e dal passato di Giulia.

Se siete in cerca di brividi ed emozioni forti, dal regista di Blade: Trinity e sceneggiatore di Batman Begins e Il cavaliere oscuro David S. Goyer, arriva in sala anche l’horror Il mai nato (Universal, in 180 copie). Protagonista è Casey (Odette Yutsman), studentessa la cui vita viene sconvolta da una serie di eventi soprannaturali e demoniaci. Al centro di tutto ci saranno un gemello mai nato, appunto, fatti che riconducono agli esperimenti nazisti e l’immancabile esorcismo. Nel cast anche il vampiro James di Twilight Cam Gigandet.

Per la gioia dei più piccoli torna sul grande schermo il dinosauro Impy, personaggio amatissimo in Germania grazie ai libri per l’infanzia di Max Kruse, ora protagonista  di una nuova avventura dopo Impy e il mistero dell’isola magica. In Impy Superstar: Missione Lunapark (Mediafilm, in 158 sale) diretto da Reinhard Klooss, il simpatico rettilone si trova in un mare di guai dopo aver disobbedito alla mamma per seguire il furbissimo imprenditore Barnaby nel suo parco divertimenti. Per fortuna in suo aiuto arriveranno gli amici di HulaHula. Tra le voci dei buffi protagonisti figura anche quella di Marco Carta, il giovane e fresco vincitore del Festival di San Remo che qui presta la voce allo sceicco Dubai con la canzone That’s the way I like it.

Un fatto di cronaca italiana è al centro del drammatico La siciliana ribelle (Istituto Luce, su 60 schermi) di Marco Amenta che ripercorre la storia di Rita Mancuso, la pentita che nel 1991 si ribellò alla sua famiglia attaccando Cosa Nostra attraverso dei diari che furono all’origine di uno dei più importanti processi di mafia del nostro Paese.

Si ispira a una storia vera anche il film tedesco L’onda (Bim porterà in 58 sale) di Dennis Gansel. Un professore vedrà sfuggirgli drammaticamente di mano la situazione creata nella sua classe in seguito a un ardito esperimento: spiegare la genesi di una dittatura attraverso l’uso di forme di cameratismo che comprendono anche una sorta di gesto di riconoscimento detto appunto “l’onda”.

Anche gli amanti del genere fantasy-avventura troveranno pane per i loro denti con In the Name of the King (One Movie in tre copie per l’anteprima, e in 50 nel mese di marzo) di Uwe Boll. Una coproduzione tra Germania e Canada che ci trasporta nel regno di Ehb, per seguire l’avventurosa storia di Farmer (Jason Statham), un contadino cui viene ucciso il figlio e rapita la moglie da creature chiamate Krugs. Per salvarla dovrà scontrarsi con maghi e re. 

Al.Za.

© RIPRODUZIONE RISERVATA