Un weekend all’insegna della commedia e della passione… Matthew McConaughey arriva sul grande schermo con La rivolta delle ex nei panni di un donnaiolo incallito, che con la complicità di un vecchio zio defunto (Michael Douglas) e i fantasmi delle ex fidanzate, potrebbe riscattarsi e riuscire ad aprire il cuore all’amore. Sentimento che rende gli uomini capaci di grandi gesti e che muove anche le demenziali avventure dei protagonisti di Miss Marzo, dove un ragazzo uscito da un coma durato 4 anni tenterà di riconquistare la sua bella e casta partner, diventata una playmate. L’amore, ma in questo caso per la professione di guardia giurata di un grande magazzino, è il fulcro attorno al quale ruota anche Il superpoliziotto del supermercato, film a basso badget entrato di diritto nella categoria dei cosiddettianti-blockbuster, come raccontiamo sul nostro numero di luglio (guarda la gallery correlata). E se la commedia non vi aggrada, non temete… in sala arrivano anche Outlander – L’ultimo vichingo in cui Jim Caviezel e un bimbo messicano di 9 anni sono sulle tracce della madre, clandestina negli States…

La rivolta delle ex: Il noto ex sciupafemmine Matthew McConaughey, in attesa del secondo pargolo dalla modella brasiliana Camila Alves, porta sullo schermo, con La rivolta delle ex (Warner Bros., 220 sale), un personaggio che sicuramente gli avrà ricordato il suo recente passato di donnaiolo (tra le sue fiamme si annoverano anche Penélope Cruz, Sandra Bullock, Patricia Arquette e Ashley Judd), ossia il fotografo dei divi, Connor Mead, scapolo incallito e sostenitore delle relazioni libere e poco impegnative. Al matrimonio di suo fratello Paul (Breckin Meyer, protagonista di Garfield)), tuttavia, Connor incontra una donna che potrebbe farlo tornare sui suoi passi: l’amica d’infanzia ed ex-fidanzata “maltrattata” Jenny (Jennifer Garner), l’unica donna che Connor abbia mai amato, ma anche l’unica che attualmente sembra immune al suo fascino. Riconquistarla, però, potrebbe renderlo l’uomo più felice del mondo. Lo sa bene il suo defunto zio Wayne (Michael Douglas), che per aiutare il nipote a “redimersi” lo porta a fare un viaggio in compagnia dei fantasmi delle ex, seguendo le tappe di Scrooge in A Christmas Carrol. Il film porta la firma del regista di Mean Girls, Mark Waters. Per saperne di più, guardate la nostra photogallery.

Il superpoliziotto del supermercato: Con un budget di 26 milioni di dollari ne ha incassati già più di 180 nel mondo. Il film exploit dell’anno è Il superpoliziotto del supermercato, diventato un caso in America anche grazie alla simpatia del “mall cop” interpretato da Kevin James, che dopo una lunga gavetta (ha 44 anni) da “spalla” (come accadde nei confronti di Will Smith in Hitch) diventa l’eroe protagonista di un film, che crea quindi le possibilità di un “riscatto” sia per l’attore che per il personaggio. La pellicola (Sony, 14 copie) racconta di Paul Blart (Kevin James), un papà single, che fa la guardia in un centro commerciale del New Jersey. E’ un uomo tranquillo, tutto famiglia e lavoro, ma vive con un rimpianto: non è mai riuscito a superare l’esame per diventare poliziotto a causa dei suoi chili di troppo. E per questo, tra i colleghi di lavoro, nessuno lo prende sul serio. L’occasione per riscattarsi, però, si presenterà quando una banda di criminali irromperà nel grande magazzino per una rapina.

Miss Marzo: Esordio alla regia cinematografica per Trevor Moore e Zach Cregger, due giovani quasi trentenni, che hanno scritto, diretto e interpretato (nel ruolo dei protagonisti) il loro primo film, Miss Marzo (Fox, 10 sale). Eugene (Zach Cregger) e Tucker (Trevor Moore) sono amici per la pelle. Tucker è ossessionato dalle ragazze, mentre Eugene crede nell’astinenza. La sua ragazza, Cindi Whitehall (Raquel Alessi), tuttavia, si ritiene pronta per il grande passo e riesce a convincerlo a perdere la verginità durante la festa del diploma. Il fatidico momento però non si concretizzerà a causa di una sbornia in stile Una notte da leoni, che finisce con un ricovero per coma… Al suo risveglio, dopo 4 anni, scopre che la sua casta fiamma del liceo è diventata una coniglietta di Playboy… Riuscirà a riconquistare il suo cuore?

Outlander – L’ultimo vichingo: Due anni dopo aver interpretato il killer psicolabile di Deja Vu, il “Cristo” Jim Caviezel “si redime” e diventa un eroe catapultato indietro nel tempo per combattere al fianco dei vichinghi nel film Outlander – L’ultimo vichingo (Eagle Pictures, 200 sale). Nel pieno delle guerre tra Vichinghi del 709 d.C., una nave spaziale precipita dal cielo sulle coste della nazione scandinava. A bordo c’è Kainan (Jim Caviezel) che sopravvive allo schianto. Presto si accorgerà di non essere l’unico superstite: una creatura spaziale simile ad un drago lo ha seguito e inizierà a seminare panico e distruzione nel nuovo mondo…

La misma Luna: Un bambino di 9 anni, alla ricerca della madre, lavoratrice clandestina negli Stati Uniti, è il protagonista de La misma Luna (01 Distribution, 10 sale). Il film è diretto da Patricia Riggen, regista del documentario Family Portrait, vincitore nel 2005 del premio Short Filmmaking Award.

© RIPRODUZIONE RISERVATA