Le strisce dei fumetti tornano a occupare il grande schermo con Watchmen (Universal, in 350 copie), il film ispirato alla celebre graphic novel di Alan Moore che ha preso vita grazie al tocco di Zack Snyder. Il regista di 300 conferma così il suo amore incondizionato per il genere portando al cinema la storia di questo manipolo di eroi senza super poteri collocati in uno scenario fantapolitico in cui Nixon è al suo quinto mandato, la guerra del Vietnam è stata vinta dagli Stati Uniti e un conflitto atomico è alle porte. Banditi dal governo e minacciati da una presenza misteriosa, Dr Manhattan, Rohrschach, Ozymandias e gli altri vigilantes decidono di tornare ad agire per fare giustizia e proteggere l’umanità da un’imminente catastrofe. Non dimenticate di partecipare al nostro concorso che vi regala i premi del film.

The Wrestler (Lucky Red, in 350 copie)  di Darren Aronofsky ha segnato il grande ritorno di Mickey Rourke che, rimasto a lungo ai margini dopo il successo riscosso negli anni ’80 con film come Nove settimane e mezzo, è tornato al centro della scena (e del ring) grazie a un’interpretazione valsole un Golden Globe e una nomination agli Oscar. Un personaggio, quello del lottatore in declino che non sa che farsene della realtà e del mondo che lo vorrebbero giù dal ring, che in qualche modo assomiglia al suo interprete, che per anni inseguì una carriera da pugile e che nonostante le tante batoste ricevute nella vita è riuscito a rimanere in piedi. Randy The Ram (l’ariete), questo il nome del wrestler, vive in una roulotte, ha una figlia che non vede mai e che lo detesta per averla abbandonata e fa il magazziniere per arrotondare e comprarsi integratori e farmaci per restare al top. Quando un infarto lo piega dopo l’ennesimo incontro, si sforzerà di trovare il suo nuovo posto nel mondo anche con l’aiuto della sensuale ballerina di lap dance Cassidy, interpretata da una conturbante Marisa Tomei.

Riccardo Scamarcio veste i panni del clandestino in cerca di fortuna in Verso l’Eden (Medusa, in 185 sale), il nuovo film del greco Costa-Gravas (Missing) che ha fortemente voluto il divo nostrano dopo averlo visto all’opera in Mio fratello è figlio unico e Romanzo criminale. Come un moderno Ulisse il giovane Elias (Scamarcio), di cui volutamente il regista non ha voluto svelare l’esatta provenienza e che parla una lingua imprecisata,  intraprende la sua Odissea per mare e per terra e compie un viaggio fatto di prove, difficoltà e incontri per inseguire il suo sogno. Imbarcatosi clandestinamente con un gruppo di immigrati approderà sulla spiaggia di un esclusivo villaggio vacanze e inizierà una fuga dalle autorità che lo porterà fino a Parigi.

Dove potrebbe arrivare il cinismo della corsa all’auditel? Ce lo racconta Eva Mendes nel film da lei prodotto e interpretato Live! Ascolti al primo colpo (Moviemax, su 74 schermi), in cui interpreta Caty, produttrice televisiva senza scrupoli che inventa un reality show in cui sei concorrenti devono sfidarsi in diretta televisiva alla roulette russa. Ai vincitori, ovvero ai sopravvissuti, verrà consegnato un premio di cinque milioni di dollari. Lo sfortunato non scamperà una morte in diretta.

Tornano le comiche disavventure dell’ispettore Clouseau interpretato da Steve Martin ne La pantera rosa 2 (Sony, in 200 sale). Maldestro e sconclusionato come sempre, l’agente questa volta dovrà vedersela con un ladro di preziosi manufatti, tra i quali il prezioso diamante noto appunto come “pantera rosa”.  In questa missione sarà affiancato dall’immancabile ispettore capo Dreyfus (John Cleese) e da un gruppo di detective internazionali.  

Dal palcoscenico al grande schermo. è il passo fatto da Due partite (01 Distribution, su 200 schermi), commedia scritta e diretta da Cristina Comencini che ora arriva al cinema grazie a Enzo Monteleone che ha allargato il cast teatrale, composto da Margherita Buy, Isabella Ferrari, Marina Massironi e Valeria Milillo, aggiungendo altre quattro attrici: Paola Cortellesi, Carolina Crescentini, Claudia Pandolfi e Alba Rohrwacher. Due generazioni di donne che, a trent’anni di distanza, si confrontano su temi come l’amore, il tradimento, il lavoro, il matrimonio e i problemi della vita, confidandosi a vicenda i propri sogni e le proprie paure.

Al.Za.

© RIPRODUZIONE RISERVATA