Fate largo! Domani le nostre sale saranno invase da un esercito di mammuth e tigri dai denti affilatissimi. Dopo i cataclismi e le invasioni di Indipendence day e L’alba del giorno dopo, con il kolossal 10.000 a.C . (Warner, in 500 sale) Roland Emmerich cambia epoca e ci traghetta sulle montagne preistoriche dove vive D’Leh (Steven Strait, nella foto), giovane cacciatore di un’isolata tribù, che per salvare la sua amata Evolet (Camilla Belle), rapita da una banda che ha attaccato il suo villaggio, si mette alla testa di un gruppo di impavidi pronti a tutto pur di ritrovarla. Abbandonate le terre sconosciute e inospitali di queste lontane civiltà ci inoltriamo in quelle tragiche e spietate tracciate da Sidney Lumet in Onora il padre e la madre (Medusa, in 277 copie). Noir famigliare e drammatico in cui Philip Seymour Hoffman ed Ethan Hawke interpretano due fratelli che decidono di risolvere i propri problemi finanziari rapinando la gioielleria di famiglia. Tutta la carica esplosiva ed elettrizzante del mondo dei night club newyorkesi anni ’80 si miscela alla drammaticità della realtà criminale di quegli anni nel film poliziesco di James Gray I padroni della notte (Bim, 200 schermi). Joaquin Phoenix è Bobby Green, manager di un locale di gran moda a Brooklin, che ha preso da tempo le distanze da un padre (Robert Duvall) e un fratello (Mark Wahlberg) che lo avrebbero voluto vedere entrare come loro in polizia. Un’indagine che coinvolgerà proprio il suo club lo costringerà a mettere in discussione tutto, compresa la storia d’amore con la bellissima Amada (Eva Mendes). C’è posto anche per un tuffo nella leggenda con il fantasy Water Horse: La leggenda degli abissi (Sony, 178) dove il piccolo Ben Chaplin scoprirà che una vera amicizia può nascere anche con il mostro di Loch Ness. Una mail contenente tutti i nomi delle ragazze con cui è stato a letto e di quelle con cui lo farà è lo strano fatto cui dovrà far fronte Simon Baker nella commedia Tutti i numeri del sesso (Moviemax, in 88 copie). Sulle sue tracce si metterà Gillian (Winona Ryder) convinta femminista il cui nome compare come ultimo sulla sua lista. Avvenimenti di difficile spiegazione accadono anche nel fantasy da Robert Shaye Mimzy: Il segreto dell’universo (Eagle), dove due fratellini trovano un coniglio di pezza capace di mettersi in comunicazione telepatica con loro per inviare al mondo un importante messaggio. Una struggente storia d’amore è al centro del drammatico Nelle tue mani (Teodora, in 18 copie) di Peter Del Monte con Kasia Smutniak e Marco Foschi, visto al Festival di Torino; mentre una famiglia apparentemente perfetta è protagonista di Family Game – Se una vita non basta (Revolver) di Alfredo Arciero con Sandra Ceccarelli, uscito lo scorso venerdì a Firenze e che continuerà la sua diffusione con la tappa di Bari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA