Il cinema sardo potrà contare su un finanziamento da parte della Regione di 7,5 milioni di euro fino al 2010. Ha dato l’ok al sostegno regionale la Commissione Europea precisando che «questo regime triennale copre tutte le misure adottate dalla Sardegna per sostenere i film di interesse regionale e culturale». è stato infatti valutato dall’Europa che il sistema è compatibile con la deroga culturale prevista dal trattato e con le norme sugli aiuti alla produzione cinematografica contenute nella comunicazione sul cinema del 2001. Neelie Kroes, commissario responsabile della concorrenza, ha dichiarato: «Di norma, i film che riflettono la cultura di una regione europea, come la Sardegna, non sono sufficientemente commerciali da poter essere realizzati o distribuiti senza un sostegno pubblico. Sono felice quindi che la Commissione possa approvare questo regime, che dimostra quanto i sardi siano fieri del loro ricco patrimonio culturale che contribuirà a salvaguardare la diversità culturale dell’Europa». L’aiuto prevede prestiti a tasso agevolato per la produzione di pellicole, contributi per le sceneggiature di lungometraggi e per la produzione di cortometraggi e un sostegno per la distribuzione di film e organizzazione di festival.

Si.Mu.

© RIPRODUZIONE RISERVATA