Il prossimo 7 marzo arriverà nelle sale Grande, grosso e… Verdone , attesissimo ritorno ai personaggi-cult degli anni ’80 creati dal regista-attore romano. Per l’occasione è già in libreria un “Castorino” ad hoc, ovvero il classico volume monografico edito da Il Castoro che ripercorre film e carriera dei protagonisti della Settima Arte. I (quasi) trent’anni di cinema di Carlo Verdone sono raccontati dall’autore Antonio D’Olivo senza trascurare nessuna delle tante facce del Carlo nazionale: dalla comicità caricaturale dei primi film (Un sacco bello del 1980, Bianco, rosso e Verdone dell’81) alla vena più malinconica inaugurata con Maledetto il giorno che t’ho incontrato (1992) e arrivata fino a oggi. E senza mai perdere di vista la capacità del regista romano di leggere il costume nazionale, cogliendo i tic esistenziali, il cinismo e il lato “coatto” dell’italiano medio. Un viaggio “un sacco bello” per ripassare le maschere e le battute di una delle icone della nostra comicità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA