«Non c’è dolore più grande della perdita di un figlio». Sono queste le prime parole di Sylvester Stallone, devastato dalla morte del figlio Sage, trovato senza vita venerdi scorso nella sua casa di Hollywood, mentre l’attore era al Comic-Con a presentare il suo ultimo film I mercenari 2.

Stallone ha rotto il silenzio, chiedendo a tutti di rispettare la memoria del figlio e di porre fine a tutte le speculazioni e le affermazioni discutibili. «Vi chiedo umilmente di rispettare la memoria del mio talentuoso figlio – ha aggiunto Sylvester – e di avere compassione per la sua amorevole madre. Questa perdita straziante si farà sentire per il resto della nostra vita, Sage è stato il nostro primo figlio e il centro del nostro universo».

Stando a Tmz, Sage era morto da almeno 3-4 giorni quando la governante l’ha trovato nella sua casa di Studio City. Il legale e amico di famiglia George Braunstein ha però respinto l’ipotesi e spiegato che Sage aveva pubblicato su Facebook alcune foto 17 ore prima. Rimangono ancora sconosciute le cause della morte, che sembra essere stata provocata da una dose eccessiva di pillole. Completata l’autopsia sul corpo del 36enne, potrebbero volerci diversi prima di avere i risultati tossicologici definitivi.

(Foto Getty Images)

Fonte: TMZ

© RIPRODUZIONE RISERVATA