Il suo è probabilmente il gatto bianco più famoso del grande schermo e Ernst Stavro Blofeld, leader dell’organizzazione criminale SPECTRE (citatissimo, dal Dr. Male di Austin Powers al cattivo dell’Ispettore Gadget), tornerà ad accarezzarlo dolcemente mentre organizza un piano per sbarazzarsi definitivamente di James Bond. Il personaggio era scomparso da un po’ di tempo dalla saga dell’agente segreto, per via di una lunga battaglia legale relativa ai suoi diritti, detenuti da Kevin McClory, sceneggiatore che collaborò con Ian Fleming per la realizzazione del villain di Thunderball – Operazione tuono e che fu tagliato fuori dai crediti di film e romanzo, prima di vincere la causa e ottenere un risarcimento.
Ora la Danjaq, compagnia che gestisce i diritti di sfruttamento della saga di James Bond, ha raggiunto un accordo con gli eredi di McClory, scomparso nel 2006, e tutto lascia pensare ad un ritorno del personaggio nel franchise. Difficile, però, rivederlo già in Bond 24, di nuovo diretto da Sam Mendes e scritto da John Logan; più probabile, invece, un suo inserimento negli episodi futuri.

Al cinema, Blofeld ebbe diversi volti: nell’ordine fu interpretato da Donald PleasenceTelly Savalas, Max Von Sydow, e Charles Gray.

Fonte: empireonline

© RIPRODUZIONE RISERVATA