Un nuovo Superman? Sì. Un terzo Batman? Pure. I due supereroi insieme nello stesso film? Non se ne parla. In un articolo-intervista del Los Angeles Times il regista Christopher Nolan (Batman Begins, Il cavaliere oscuro) e la moglie Emma Thomas, produttrice dei suoi film, dimostrano di saper tenere la bocca cucita, come confermato anche dal loro nuovo parto artistico, Inception, con Leonardo DiCaprio, che uscirà in Italia il prossimo 3 settembre e della cui trama non si sa ancora quasi nulla.

In Internet circolano parecchie voci sul possibile titolo del nuovo episodio di Superman: Man of Steel (l’uomo d’acciaio, epiteto storico del personaggio), sui cattivi che il protagonista dovrà affrontare: da Lex Luthor a Brainiac, e addirittura sulla possibilità che si tratti di un film di ambientazione storica, ma la consorte-produttrice Thomas le smentisce tutte. O meglio, non smentisce e non conferma proprio nulla, gettando benzina sul fuoco della curiosità. In ogni caso, il nuovo Superman non vedrà la luce prima di altri due o tre anni e a dirigerlo non sarà Christopher Nolan ma qualche altro regista (è stato fatto il nome di Johnatan Nolan, fratello del regista), mentre alla storia lavoreranno lo stesso Nolan e David S. Goyer (già collaboratore per Batman Begins e Il cavaliere oscuro).


Superman nell’interpretazione del disegnatore Jim Lee

Nolan mette solo in chiaro che Superman non sarà affiancato o contrastato da altri supereroi: viene allora da chiedersi che ne sarà dell’altro suo progetto supersegreto, Justice League: Mortal (ex Justice League of America), con riferimento alla squadra di supereroi dei fumetti DC Comics, di cui proprio Superman e Batman fanno parte. Chissà cosa bolle in pentola: speriamo per Superman che non si tratti di kryptonite!


Il regista Christopher Nolan insieme all’attore Aaron Eckhart (Due Facce) sul set de Il cavaliere oscuro

Visita la nostra sezione dedicata al mondo dei Supereroi

Leggi il nostro speciale Supercinema: Quando i film hanno i superpoteri


© RIPRODUZIONE RISERVATA