Quando si parte per stare lontani da casa a lungo, si porta sempre un ricordo con sè, un portafortuna che ci leghi al luogo da cui veniamo e dove abbiamo vissuto. Se poi non si sta cambiando città, Paese o continente, ma ci si sta trasferendo lontano dalla Terra, nello spazio, questa diventa una regola. A bordo della Soyuz, che è partita ieri sera per portare in orbita Samantha Cristoforetti, astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea e prima italiana ad andare nello spazio, insieme ai due colleghi Anton Shkaplerov e Terry W. Virts c’è stato posto infatti anche per un souvenir cinematografico. E no, non stiamo parlando di qualcosa che abbia a che fare con Gravity, con Interstellar o con qualsiasi film di fantascienza possa venirvi in mente, stiamo parlando di un pupazzo di neve. Il suo nome è Olaf (siamo sicuri che lo avrete notato anche voi pendolare nell’angolino in alto a destra) e dall’universo di Frozen, il cartone della Disney dove l’abbiamo conosciuto per la prima volta, questo simpatico peluche è planato direttamente alla Stazione Spaziale Internazionale. Un bel salto di qualità che lo ha reso celebre sui social di tutto il pianeta Terra come quarto elemento della squadra. Il suo compito, oltre che essere un portafortuna? Rilevare il momento in cui la capsula sarebbe entrata in orbita e gli astronauti si sarebbero trovati in un ambiente di microgravità. A giudicare dalle foto che hanno spopolato in rete, questo incarico, solitamente affidato ad oggetti simili a lui, è stato svolto a pieni voti. Come si suol dire, missione compiuta!

Ecco la gallery che ritrae la squadra e Olaf come mascotte ufficiale della spedizione. A noi, che lo guardiamo da qua giù, non resta che augurare un viaggio spaziale!

Fonte: Twitter, Repubblica Tv

© RIPRODUZIONE RISERVATA