Probabilmente non lo avrà visto, dal momento che sarà nelle sale domani. Ma l’arcivescovo della Chiesa Cattolica di Cincinnati, ha già detto la sua su Cinquanta sfumature di grigio: un «assalto diretto al matrimonio cristiano».

Dennis Schurr lo ha annunciato in un messaggio diffuso ai sacerdoti della sua arcidiocesi attraverso la sua pagina Facebook e ha sottolineato che il film «è direttamente in opposizione con il messaggio cristiano sul matrimonio vissuto come intimità sessuale».

Per l’adattamento di un romanzo erotico che ha fatto del bondage, del sadomasochismo e della dominazione sul partner i suoi cavalli di battaglia, e che è stato vietato ai minori in diversi Stati, non ci si poteva attendere una risposta diversa. Quanto meno dai rappresentati delle istituzioni religiose. Il messaggio dell’arcivescovo suona dunque inequivocabile: «la bellezza del disegno di Dio nelle relazioni d’amore tra marito e donna va vissuta nel vincolo del matrimonio».

Intanto, le prime recensioni parlano di un film dove l’aspetto erotico è nettamente sottostimato rispetto alle attese.

Fonte: THR

© RIPRODUZIONE RISERVATA