Non sarebbe azzardato paragonare Underworld: La rinascita (questo il titolo italiano) a Resident Evil: Afterlife. Da questo primo trailer italiano scopriamo diverse analogie tra i due film. Come nel film con Milla Jovovich, anche in Underworld scopriamo l’esistenza di una multinazionale alle prese con sperimentazioni su vampiri e licantropi, e la protagonista che si risveglia dopo essere stata imprigionata per diversi anni. Entrambi i film sono in 3D e l’azione sembra essere stata pensata in funzione dell’esperienza tridimensionale. Kate Beckinsale ritorna così nei panni della letale agente di morte Selene, che si risveglia dopo 15 anni di prigionia. Nel tentativo di rimettere insieme i pezzi mancanti del suo passato, Selene scopre una minaccia senza precedenti, che la costringerà a riprendere in mano le armi.

Sotto, una prima sinossi del film:
“Dopo essersi risvegliata dal coma profondo in cui è stata trattenuta per ben quindici anni, la guerriera vampira Selene (Kate Beckinsale), da sempre in guerra contro il mondo dei licantropi, scopre di essere nel frattempo diventata madre della quattordicenne Eve (India Eisley), frutto di un ibrido tra vampiri e Lycans. Mossa da spirito materno, si metterà sulle tracce della figlia ma dovrà affrontare e fermare anche una nuova minaccia che proviene direttamente da una potente multinazionale, gestita da esseri umani intenti a studiare una nuova razza superiore, capace di annientare vampiri e licantropi”.

Diretto da Bjorn Stein e Mans Marlind, Underworld: La rinascita esordirà nelle nostre sale (anche in 3D) il 20 gennaio 2012.

Sotto, il primo trailer italiano di Underworld: La rinascita:

© RIPRODUZIONE RISERVATA