Con 177 schede storico-critiche il volume Cinema e fumetti – Guida ai film tratti dai cartoon (Dino Audino Editore, 19 euro) di Mauro Antonini ripercorre il lungo sodalizio tra i due medium, partendo dal cinema muto e approdando alla rivoluzione digitale dei nostri giorni. Senza lasciare fuori niente la guida raccoglie e analizza le pellicole live action e d’animazione ispirate ai fumetti italiani ed europei, ai comics e alle graphic novel statunitensi nonché ai manga giapponesi. Un excursus organizzato in ordine alfabetico e, in casi specifici, suddiviso in macro-insiemi che raccolgono tutti i film dedicati a particolari personaggi, come Batman, Asterix, Lupin ecc. La scelta di realizzare quest’opera è stata dettata, secondo le intenzioni dichiarate dall’autore nell’introduzione del libro, dal fatto che “il cinema tratto dai fumetti è oggi una delle più affermate forme di intrattenimento” e che “è commercialmente molto redditizio”. Basti pensare, per citare l’esempio più eclatante e recente, al successo planetario de Il cavaliere oscuro , ennesima avventura sul grande schermo dell’uomo pipistrello nato dalla fantasia di Bob Kane e Bill Finger, che ha registrato incassi record negli Usa (526 milioni di dollari) e nel mondo (990 milioni di dollari!). A spingere l’autore di Cinema e fumetti ad approfondire l’argomento è stata anche “la sottovalutazione con cui viene ancora considerato uno dei più avanzati e complessi veicoli dell’immaginario contemporaneo, nonché la scarsità d’informazione sul tema”. Ogni scheda riporta il cast tecnico e artistico del film, la trama e il commento critico per un totale di 184 pagine fitte di informazioni e punteggiate di piccole foto in bianco e nero che fanno sentire un po’ la mancanza dei colori e della vivacità del mondo che raccontano. Aspettando di correre al cinema per The Spirit, X-Men Origins: Wolverine e Watchmen

Al.Za.

© RIPRODUZIONE RISERVATA