Dopo l’accusa di stupro da parte di un’attrice tedesca, il regista Premio Oscar Roman Polanski è di nuovo sotto i riflettori: Marianne Barnard, un’artista californiana, ha raccontato al The Sun di essere stata molestata dal regista nel 1975, quando aveva solo 10 anni.

L’artista ha anche lanciato una petizione per rimuovere Polanski dall’Academy of Motion Picture Arts and Sciences (come avvenuto di recente a Harvey Weinstein).

La Barnard ha raccontato di trovarsi su una spiaggia di Malibu con la madre quando il regista le ha raggiunte e ha voluto scattarle delle foto indossando una pelliccia.

«Indossavo un bikini e pensavo fosse uno servizio fotografico. Ero una modella da bambina, quindi all’inizio non mi è sembrata una cosa strana» ha rivelato l’artista «Inizialmente mi ha scattato delle foto in bikini, poi con la pelliccia, e poi mi ha chiesto di togliere il reggiseno, cosa che non mi ha messo a disagio visto che avevo 10 anni e andavo spesso in giro senza. Ma poi voleva farmi togliere gli slip, e lì ho iniziato a sentirmi a disagio. Poi mi sono resa conto che mia madre non c’era più. Non sapevo dove fosse e nemmeno mi ero accorta di essere rimasta sola. E n quel momento ha iniziato a molestarmi».

La Barnard afferma anche di non aver mai trovato il coraggio di parlarne finora: «Avrei voluto essere più coraggiosa e averne parlato allora, con un’amica, con i miei genitori, una maestra. Forse lo avessi fatto, altre ragazze non sarebbero state molestate da Polanski. È un peso che porterò sempre cone me».

Ricordiamo che il regista fu condannato per lo stupro della tredicenne Samantha Geimer nel 1977.

Fonte: The Sun
Foto HP: Getty Images

© RIPRODUZIONE RISERVATA