Il “Premio Fondazione Don Carlo Gnocchi”, istituito dalla Fondazione intitolata al sacerdote lombardo e dalla Biennale di Venezia, in occasione della 65esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, è stato attribuito a Marco Pontecorvo e Marco Pugini, rispettivamente regista e produttore del film Pa-ra-da, in quanto «opera», si legge nella motivazione, «che ha saputo affrontare con efficacia i temi dei diritti dell’infanzia e della difesa dei più fragili, battaglie sulle quali don Gnocchi spese la propria vita e mission della Fondazione che oggi porta il suo nome».
La pellicola è stata scelta tra quelle in concorso da una giuria presieduta da Antonio Autieri, direttore di Box Office, e composta dai giornalisti Daniela Persico, Emanuela Genovese, Daniele Gallo e, in rappresentanza della Fondazione Don Gnocchi, da Roberto Rambaldi (responsabile dell’Area Solidarietà Internazionale) e Francesco Vivacqua. La giuria ha inoltre deciso di assegnare un “Premio speciale Fondazione Don Gnocchi” anche all’attore Ezio Greggio, «per la sua interpretazione nel film ” Il papà di Giovanna ” di Pupi Avati». L’iniziativa della Fondazione Don Gnocchi è stata valorizzata dall’intervento del Patriarca di Venezia,  cardinale Angelo Scola, ospite il 3 settembre di un incontro promosso dalla stessa Fondazione sul tema del valore della vita, alla presenza del presidente della Fondazione Don Gnocchi, monsignor Angelo Bazzari.

Al.Za.

© RIPRODUZIONE RISERVATA