Sarà Cut di Amir Naderi, uno dei principali esponenti del Nuovo Cinema Iraniano, ad aprire la sezione Orizzonti alla 68ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (31 agosto – 10 settembre). Il film, scritto e diretto da Naderi (che ormai vive in esilio a New York da vent’anni), è stato girato in Giappone ed è ambientato nel mondo degli yakuza (organizzazione criminale nipponica); l’opera sarà presentata al Lido l’1 settembre e concorrerà ai premi riservati ai lungometraggi (Premio Orizzonti e Premio Speciale della Giuria – Orizzonti) di questa sezione della Mostra, dedicata ai lavori “fuori formato” e attenta ai nuovi linguaggi espressivi che confluiscono nel cinema. È stata inoltre definita la composizione della Giuria internazionale di Orizzonti che sarà presieduta dal regista, produttore e sceneggiatore cinese Jia Zhang-Ke, Leone d’Oro a Venezia nel 2006 con Sanxia Haoren (Still Life). Gli altri membri sono il curatore della sezione film della Tate Modern di Londra, Stuart Comer; l’architetto francese Odile Decq; la produttrice e regista egiziana Marianne Khoury; il montatore e regista cinematografico italiano Jacopo Quadri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA