Kinéo

Votando i sondaggi dell’edizione 2016 del premio Kinéo Diamanti al cinema, avete decretato il meglio dell’ultima stagione del cinema italiano. Le categorie erano: miglior film, miglior regia, miglior attore protagonista e non protagonista, miglior attrice protagonista e non protagonista e miglior opera prima. I vincitori ufficiali verranno premiati la sera di domenica 4 settembre alla Mostra del Cinema di Venezia, presso l’Hotel Excelsior – Spiaggia, dove anche Best Movie – media partner dell’evento per il terzo anno consecutivo – consegnerà il suo premio al miglior talento italiano di quest’anno.

Rosetta Sannelli e Tiziana Rocca, le due donne al timone del premio Diamanti al cinema, hanno commentato così l’edizione di quest’anno. Dice la Sannelli: «Alla 73ma Mostra del Cinema di Venezia il Premio Kinéo festeggia il suo 14mo anno di vita, il che significa quindici anni dalla sua fondazione. In questi anni ha portato a Venezia in una sola giornata tutto il meglio del cinema italiano dal punto di vista del pubblico. E ha contribuito alla sua promozione. Nonostante gli ultimi terribili periodi di crisi, è diventato l’evento collaterale più significativo della Mostra e un appuntamento irrinunciabile per tutti». Le fa eco la Rocca. «Sono molto contenta di essere per il quarto anno consecutivo alla direzione generale del Premio Kinéo. Diamanti al cinema. Una sfida per riportare il riconoscimento, tra i più prestigiosi del nostro paese, agli antichi splendori. Il Kinéo non è solo un premio alle migliori categorie cinematografiche della trascorsa stagione ma è soprattutto un momento di incontro tra la magia del grande schermo e il pubblico. Sono infatti gli spettatori a decretare i vincitori e questo credo sia importante perché il successo di un film passa anche, e soprattutto, attraverso i non addetti ai lavori. Al TaorminaFilmFest lo scorso giugno abbiamo annunciato le nomination, alla prossima Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia, come da tradizione, le emozioni con i grandi protagonisti».

A margine del sondaggio vi avevamo chiesto di descrivere con un commento chi è stato, secondo voi, il miglior rappresentante del talento italiano, motivando la risposta. E il vincitore è AlessandroT. Qui il suo commento:

“Il vero diamante di questo 2016 è senza ombra di dubbio “La Pazza Gioia” di Paolo Virzì! Un film caldo, pieno di vita; un inno ai rapporti umani, unica medicina che può guarire le protagoniste(indimenticabili) del film, segnate dagli stessi dolori e disturbi che hanno contagiato un’intera società!
Valeria Bruni Tedeschi non ci concede solo un’ interpretazione folgorante e tragicomica ma vive e dà vita al suo personaggio!
La sceneggiatura presenta alcuni tra i dialoghi meglio riusciti del nostro cinema negli ultimi anni: le battute riguardanti i tatuaggi di Donatella e le perizie che dimostrerebbero la loro pazzia sono da antologia!
Onore particolare va alla scenografia di Tonino Zera che ha trasportato nelle ambientazioni toscane l’anima del film!
Paolo Virzì si conferma uno dei più grandi registi e talenti italiani in circolazione, che ci ha regalato questo film al femminile che ha saputo far emozionare e “dare alla pazza gioia” tutti!”.

Di seguito, invece, i risultati del sondaggio:

Miglior Film: Gli ultimi saranno ultimi – Regia di Massimiliano Bruno

Miglior regia: Gabriele Mainetti – Lo chiamavano Jeeg Robot

Miglior attore protagonista: Alessandro Gassman – Gli ultimi saranno ultimi

Miglior attore non protagonista: Luca Marinelli – Lo chiamavano Jeeg Robot

Miglior attrice protagonista: Paola Cortellesi – Gli ultimi saranno ultimi

Miglior attrice non protagonista: Ilenia Pastorelli – Lo chiamavano Jeeg Robot

Miglior opera prima: Lo chiamavano Jeeg Robot – Regia di Gabriele Mainetti

© RIPRODUZIONE RISERVATA