Il mondo dei call center è l’arena in cui scende in campo Paolo Virzì con Tutta la vita davanti , commedia grottesca e a tratti surreale, che in certi passaggi prende anche la strada del musical. Ispiratosi al romanzo tragicomico Il mondo deve sapere, in cui Michela Murgia ha raccontato la sua esperienza di telefonista, il regista ha posto sotto la sua lente la realtà dei lavoratori precari e dei giovani alle prese con l’inserimento professionale, raccontandoci le loro ansie e speranze per il futuro. Nella clip che vi mostriamo il regista introduce il suo film presentando i protagonisti: l’esordiente e a suo dire “particolarmente talentuosa” Isabella Ragonese, che è l’occhio attraverso cui viene raccontata la storia, qui nella parte di Marta, “ragazza colta e con gli occhi spalancati sulla realtà», che entra nel team di telefoniste della Kirby, diretto dalla intraprendente e spietata Daniela (Sabrina Ferilli); Micaela Ramazzotti, che interpreta invece l’immatura e sciamannata collega e coinquilina di Marta, con la quale nascerà una struggente solidarietà. Nel cast anche Massimo Ghini, nei panni di un carismatico motivatore, che torna sul set col regista dopo La bella vita, pellicola che segnò il debutto di Virzì e in cui recitava anche la stessa Ferilli. Il film arriverà nelle nostre sale venerdì 28 marzo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA