Il pubblico televisivo la ricorderà nel ruolo della spietata e arrivista femme fatale Anna Baldi in Centovetrine, soap opera di Canale 5 nella quale Anna Safroncick ha recitato dal 2004 al 2007. Nata a Kiev il 4 gennaio 1981, Anna vive in Italia dall’età di 12 anni e ha intrapreso fin da giovanissima la carriera di modella e attrice, spaziando tra fotoromanzi, concorsi di bellezza (arrivò ottava a Miss Italia nel 1998), televisione e approdando infine al cinema nel 2000 con tre pellicole: Metronotte di Francesco Calogero, C’era un cinese in coma di Carlo Verdone e Welcome Albania di Fabrizio Maria Cortese. A 9 anni di distanza, durante i quali ha partecipato a svariate serie e mini-serie tv come Angelo il custode, Don Matteo 3, Carabinieri e Vento di Ponente 2, Anna fa ora ritorno sul grande schermo nella commedia di Ficarra e Picone La matassa , al cinema da domani.
Il ruolo affidatole dai due comici, che lei ha ammesso di “adorare”, è quello di Olga, una ragazza russa che ha ottenuto la cittadinanza italiana grazie al matrimonio fasullo con Gaetano (Ficarra), proprietario dell’agenzia matrimoniale Uomini e donne (“ogni riferimento è puramente casuale”) che aiuta le straniere a trovare il marito “ideale” (il motto è: “con un piede sull’altare e l’altro nella fossa”) nel nostro Paese.
Per interpretare Olga, che oltre che moglie di facciata è anche socia di Gaetano, Anna ha dovuto risfoderare un accento straniero che ormai non le appartiene più: «Abbiamo cercato di darle un carattere un po’ standardizzato della ragazza dell’Est», ci ha raccontato Anna in occasione della presentazione del film alla stampa, precisando: «Ci sono tante ragazze straniere serie che cercano solo di essere accettate in un Paese diverso e io rappresento quella parte. Io sono quasi italiana, vivo qui da molto però è bello poter tornare alle origini e combattere per qualcosa che è stato parte di te».
Dopo La matassa Anna tornerà al cinema con il film La bella società di Giampaolo Cugno e in televisione per il film di Stefano Reali Al di là del lago .

Al.Za. 

Guarda la video-intervista a Ficarra e Picone

© RIPRODUZIONE RISERVATA