I 433,5 milioni di dollari incassati nel mondo da Warcraft – L’inizio (qui la nostra recensione) non sono certo un incasso da buttar via. Eppure, un film di quelle proporzioni – un budget da 160 milioni di dollari e una produzione durata 3 anni e mezzo -, si aspettava una marcia decisamente più trionfale al botteghino. Nulla di drammatico, comunque, e infatti il discorso sequel non è mai tramontato. Diciamo che ora è in stand by: dopo anni di duro lavoro su un unico film, ora è tempo di prendersi una pausa e, perché no, lavorare con un po’ più di spensieratezza.

La pensa così anche Duncan Jones, il regista del primo capitolo, che in una recente intervista con Thrillist si è espresso sul futuro della saga, senza dimenticare la lavorazione travagliata del primo film: «Se ci fosse la possibilità di fare un altro film nell’universo di Warcraft sarebbe meraviglioso. Mi piacerebbe capitalizzare più di 3 anni e mezzo di duro lavoro e vorrei riuscire a divertirmi anche, ora che il difficile è stato fatto. Quindi, chi lo sa? O forse sono solo masochista».

E ancora, sulle tante difficoltà del making of: «Fare un film come Warcraft ha richiesto oltre mille tagli. È una cosa che ti uccide. Parlo soprattutto di piccole cose, che a prima vista possono sembrare innocue ma non lo sono. Quando continui a cambiare per tre anni di fila, in pratica passi tutto il tuo tempo cercando di riordinare la confusione che si è generata. Sono sia orgoglioso sia molto arrabbiato se ripenso a Warcraft. Lo amo, ci ho messo davvero tutto perché funzionasse. In parte ce l’ho fatta, penso, ma è frustrante pensare di non essere riuscito a realizzare il film come me l’era davvero immaginato».

Fonte: Thrillist

© RIPRODUZIONE RISERVATA