Wesley Snipes, star della trilogia di Blade, tornerà a lavorare con Spike Lee dopo Jungle Fever (1991) per un film incentrato sulla figura James Brown. Per ammissione della stesso Lee, Snipes sarebbe infatti l’unico attore in grado di vestire i panni del celebre cantante di colore e pur di averlo nel cast si è detto disposto ad aspettare che risolva definitivamente i suoi guai con la giustizia. Snipes è infatti stato di recente condannato a tre anni di carcere per aver evaso il fisco. Una condanna che potrà tramutare in multe salatissime e attività socialmente utili e che gli è comunque costata l’esclusione dall’ultimo film di Lee Miracolo a Sant’Anna (sui nostri schermi il 3 ottobre) con qualche strascico di polemiche presto chiarite dal regista: «L’ho escluso semplicemente perchè Wesley non poteva lasciare il Paese e gran parte di Sant’Anna e’ girato in Italia. Per James Brown, invece, voglio solo lui e sono disposto ad aspettare che risolva i suoi guai con il fisco». Ma prima di ritrovarsi insieme sul set sia Snipes che Lee dovranno portare a termine precedenti impegni. Snipes inizierà tra qualche giorno (come segnalato da Imdb.com) le riprese del film action Chasing the Dragon, mentre Lee è in fase di pre-produzione con il suo documentario dedicato a Michael Jordan e ha già annunciato un sequel del thriller Inside Man con protagonisti Denzel Washington e Clive Owen. Per vedere Snipes in azione su un palcoscenico sembra proprio che dovremo aspettare un po’…

Al.Za.

© RIPRODUZIONE RISERVATA