Dopo il West de I segreti di Brokeback Mountain, il regista premio Oscar Ang Lee leggerà un altro pezzo di storia americana in chiave gay. Stavolta toccherà al più leggendario concerto di tutti i tempi, quello di Woodstock (1969). Tratto dal libro autobiografico di Elliot Tiber e prodotto da James Schamus, che ha finanziato già dieci pellicole di Lee (compreso l’ultimo Lussuria, Leone d’Oro a Venezia 2007), il film si intitolerà Taking Woodstock e racconterà la storia di un ragazzo omosessuale che lavora nel motel di famiglia sulle Catskills Mountains e che involontariamente contribuisce alla nascita del più grande evento-rock della storia. Le riprese dovrebbero cominciare entro la fine di quest’anno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA