Azione, intrigo, mistero. Sono questi gli ingredienti di XIII, il serial presentato oggi pomeriggio al Telefilm Festival di Milano, tratto dall’omonimo fumetto di Jean Van Hamme e William Vance.

Protagonista è un ex agente segreto, interpretato da Stuart Townsend (La leggenda degli uomini straordinari), che ha perso la memoria e cerca di recuperare il suo passato. Viene chiamato Tredici dal numero romano (XIII) che ha tatuato sulla clavicola. Come Jason Bourne, l’agente senza identità protagonista della trilogia iniziata da The Bourne Identity, XIII è continuamente obiettivo di persone minacciose e pericolose che fanno di tutto per ucciderlo o sfruttarlo in cambio di informazioni sul suo passato.

Nel primo episodio, presentato al Telefilm Festival, l’uomo viene chiuso in un campo di detenzione in Romania, costretto a soffrire di fame e di freddo finché, con uno stratagemma, viene fatto scappare. La responsabile della fuga è una donna misteriosa, Irina (Virginie Ledoyen) che, in cambio, vuole che XIII apra una cassetta di sicurezza tenuta negli Stati Uniti…

Nel cast ci sono anche Aisha Tyler, nei panni di Jones, agente in servizio alla Casa Bianca, Caterina Murino, che interpreta Sam, un’esperta in fotografia che cerca di aiutare XIII, e Greg Bryk, nel ruolo del Colonnello Amos, responsabile del Dipartimento per la sicurezza nazionale. Sia la Murino che Bryk avevano partecipato alla prima versione televisiva del fumetto di Jean Van Hamme e William Vance intitolata XIII: The Cospiracy andata in onda in Francia nel 2008. Cinque anni prima, invece, era uscito il videogioco (nella foto) sulla storia con protagonista il misterioso agente XIII.

Leggi tutte le notizie sulla nona edizione del Telefilm Festival

© RIPRODUZIONE RISERVATA