Disney continua la sua inarrestabile cavalcata. Dopo le avventure di Fratel Coniglietto e Comare Volpe, raccontate dallo zio Tom, nel 1955 Lilli e il Vagabondo esplodono sul grande schermo in tutta la loro maestosità: è il primo film d’animazione in Cinemascope!

Come dimenticarsi la romantica scena della cena di Lilli e il vagabondo (Disney, 1955). I due protagonisti si scambiano il loro primo bacio grazie a italianissimo piatto di spaghetti. Dolce sognar e lasciarsi cullar dall’incanto della notte…

Lo stesso anno, in California, apre il primo parco divertimenti a tema della Casa di Topolino: Disneyland! Contemporaneamente in tv esordisce il programma settimanale che propone i cartoni animati Disney a casa. Dagli anni ’60 di tanto in tanto i personaggi di Topolinia o Paperopoli si incontreranno proprio a Disneyland. D’altra parte, in questo decennio, il tubo catodico diventa il più importante mezzo di comunicazione di massa e le imprese investono fortemente in questo settore, mentre il cinema subisce un ridimensionamento. Sul grande schermo non mancano film di successo, come i disneyani Cenerentola o Alice nel paese delle meraviglie (il racconto di Lewis Carrol di cui Tim Burton sta per regalarci un’attesissima versione live-action 3D), ma è in tv che i cartoon trovano maggiore seguito, anche grazie agli investimenti della pubblicità.

Guarda il servizio video In viaggio per cartoonia.

Guarda la photogallery In viaggio per cartoonia.

Torna all’indice dello speciale

© RIPRODUZIONE RISERVATA